Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

L’ALFABETO DELLE DOLOMITI: IMPARALO CON NOI

Le Dolomiti offrono un’esperienze totalizzante. Tanti grandi e piccoli momenti capaci di catapultare corpo e mente di ogni visitatore in un universo di colori, paesaggi e punti di interesse.
Circa 231 mila ettari di “possibilità”, suddivise tra le province di Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone ed Udine.

È sempre complesso spiegare e raccontare questa miriade di emozioni.
Proprio per questo oggi vogliamo consigliando alcune suggestioni attraverso l’alfabeto.

Una storia che di certo non è descrivibile solo con le parole, ma noi ci proviamo!

-A come Alta Badia, il punto di partenza per raggiungere 4 valli (Val Gardena / Alpe di Siusi, Arabba/Marmolada, Val di Fassa), offrendo così innumerevoli piste da sci e sentieri per il trekking e lo sport all’aria aperta.
-B come Boè e Braies, alcuni dei laghi più caratteristici delle Dolomiti. Da non perdere anche quelli di Sorapis, di Misurina, di Sorapis, il lago di Carezza e tanti altri stupendi specchi d’acqua.

-C come Conturines
: una cima dove sono stati trovati i fossili dell'orso delle caverne, interessantissimo luogo per gli appassionati di storia, scienza e natura;

-D come Dolomiti Superski, uno dei comprensori sciistici più grandi del mondo: 1.200 km di piste divise in 12 zone sciistiche. Dal 1974 uno dei luoghi preferisci per gli sciatori di tutto il mondo!

-E come Enrosadira: un fenomeno caratteristico delle Dolomiti. Durante il tramonto le montagne assumono una colorazione rosa che passa pian piano al viola. Uno spettacolo incredibile!

-F come Fanes - Sennes e Braies: il Parco naturale tra i più amati per le attività estive, con flora e fauna davvero uniche al mondo. Da visitare assieme agli altri parchi più belli, tra i quali il Parco naturale Paneveggio – Pale di San Martino, il Parco naturale Puez Odle, il Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, il Parco Naturale Tre Cime (con le famosissime Tre Cime di Lavaredo);

-G come Gourmet! I luoghi dove ristorarsi dopo una giornata di sport sono davvero tanti! Provate uno dei piatti tipici delle Dolomiti in uno dei rifugi e baite. Tra i punti di ristoro più famosi: Baita Segantini, Rifugio Locatelli, Rifugio Casera Ditta, Rifugio Pedrotti, Rifugio Fuciade e Rifugio Palmieri.

-H come Hero Dolomites: La maratona di mountain bike più “ardua” del mondo. Non siete a quel livello? Non preoccupatevi, le Dolomiti offrono qualsivoglia percorso per gli amanti della mountain bike!

-I come Isarch: la Val dl Isarch in ladino (Valle Isarco in Italia, Eisacktal in tedesco), è una delle valle principali dell’Alto Adige, dalla quale si accede alla Val di Funes, vera perla dolomitica

-L come Ladina: la cultura secolare caratteristica di una gran parte delle Dolomiti e che comprende Val Gardena, Val Badia, Val di Fassa e Livinallongo del Col di Lana. Una cultura apprezzabile grazie alla sua storia, alla sua lingua, ai suoi cibi, alle sue tradizioni. Per chi vuole approfondire, consigliamo di visitare musei interessanti come il Museum Ladin Ciastel de Tor e Museum Ladin Ursus ladinicus

-M come Movimënt: l’area con parchi in quota a 2000 m con attività sportive, giochi, attrazioni e numerosi eventi. tanti e ideali per i più piccoli e per far tornare bambini i genitori!

-N come Nordic walking, la “camminata sportiva”, da percorrere in una degli innumerevoli sentieri dolomitici.

-O come Odle, una catena montuosa tra Val Badia, val Gardena e val di Funes, un luogo da inserire tra le cose da fare nella vita. PS: non perdete il Parco Naturale Puez-Odle.

-P come Pisciadù, una stupenda cascata tra le più amate dai visitatori.

-R come Rosengarten/Catinaccio,
detta “la montagna che si tinge di rosso”, uno delle destinazioni principali per gli amanti del trekking

-S come Sella
: uno dei gruppi montuosi più spettacolari, con il punto più alto rappresentato dal Piz Boè - 3.152 m - e circondato da laghi come il lago Pisciadù e Vie ferrate come la Tridentina

-T come Tru di artisć: un sentiero degli artisti dove ammirare tante opere d'arte e itinerari geologici

-U come Unesco: il premio che dal 2009 riconosce le Dolomiti come Patrimonio dell'Umanità. Un traguardo che ha sancito il valore naturalistico, storico e culturale di questo territorio che comprende le Dolomiti Settentrionali, Bellunesi, Friulane, di Brenta e le Dolomiti dell'Alto Adige

-V come Vallon: una delle vie ferrate più famose per gli appassionati di arrampicata

-Z come zigher, un ottimo formaggio della cucina ladina, ingrediente fondamentale degli ghoch, irresistibili gnocchi di spinaci

Un alfabeto di puro stupore: scoprili tutti dal vivo - ti aspettiamo in Alto Adige per le prossime vacanze.