MTB Alta Badia: i 4 migliori percorsi per mountain bike

Lukas, 28 anni, appassionato ciclista di MTB e fedele fan delle Dolomiti. Spesso in viaggio con il fratello Jonas, 26, e la cognata Hanna – esperti per tutto ciò che riguarda le mountain bike nella zona di Corvara. Quindi, se stai pensando di fare una vacanza in bicicletta, affrettati a prenotare una stanza al Sporthotel Panorama e apri bene le orecchie: a seguire infatti, i migliori percorsi MTB dell’Alta Badia. Pronti? Via!

1. Sellaronda MTB Tour (corto)

È da tempo ormai che il fiore all’occhiello per i tour ciclistici e sciistici nelle Dolomiti è la famosa Sellaronda. Il plus di questo percorso è che, per chi non se la sente di lanciarsi in un’impresa da sette ore (ovvero la durata originale del tratto), esiste anche una versione più breve, che circoscrive ugualmente l’amatissimo gruppo montuoso dolomitico, ma in “soli” 52km. Per completarlo ci vogliono circa cinque ore: da Corvara fino ai passi Gardena, Sella, Pordoi e Campolongo e poi giù fino al punto di partenza. Un segreto per chi volesse mettersi alla prova? Durante l’estate, per i „Sellaronda Bike Days “, il percorso è riservato esclusivamente ai ciclisti - e per ben due giorni! Come dire di no ad un’esperienza su un tour di culto come questo, lontano dal traffico e da distrazioni di ogni tipo?

2. Le cascate di Pisciadù

Chi invece preferisce un percorso meno impegnativo, senza però perdersi la bellezza che il gruppo Sella ha da offrire, deve recarsi alle spettacolari Cascate di Pisciadù. Per arrivare lì c'è infatti un bike-tour facile ma di soddisfazione, che parte sempre dall’impianto di risalità Piz Boè a Corvara: c’è bisogno di un po’ di buona forza di volontà per superare un ripido tratto iniziale, ma subito dopo la bellezza del panorama sulla Val Mezdì e le cascate stesse fanno valere ogni goccia di sudore. Il ritorno poi è una piacevole passeggiata pittoresca… ma su due ruote! Quindi, per tutti coloro che vengono in Alta Badia per esplorarla in mountain bike, questo percorso è un must.

3. Giro di Fanes

Premessa: l’Altopiano di Fanes si trova al centro del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, patrimonio naturale dell’UNESCO. Con viste mozzafiato e panorami da favola, il tour in bici che lo attraversa ha dell’incredibile. Partendo da Corvara si arriva sull’altopiano seguendo una strada sterrata: chi crede che già lì la bellezza circostante sia mozzafiato si sbaglia. Andando avanti infatti, si arriva al Piz La Ila, che, con maestosità, pare si inchini di fronte alla grandezza delle cime che lo circondano. È lì che finalmente ci si trova faccia a faccia con la Croda Rossa d'Ampezzo, la Croda del Becco, la Cima Cunturines, la Varella e altre punte dolomitiche che spiccano dall’orizzonte. E quando poi si riesce a scollare lo sguardo da tutta quella meravigliosa imponenza naturale, si può fare ritorno a Corvara, passando lungo vari rifugi di montagna e la seggiovia Arlara.

4. Tour dei rifugi: Cherz & Incisa

Quelli che potrebbero sembrare nomi di esotiche isole dal mare cristallino, sono invece i nomi di due rifugi nel bel mezzo delle Dolomiti. Entrambi sono tappe di un facile - ma incredibilmente soddisfacente - tour per MTB che parte sempre da Corvara. Il percorso inizia direttamente dall’hotel, passa dall’impianto di risalita Pralongià e prosegue poi verso il Passo di Campolongo. Ben presto si raggiunge il Rifugio Cherz, che, incorniciato dalle caratteristiche punte rocciose delle Dolomiti, gode di una vista a 360 gradi su tutto l’altopiano omonimo. Subito dopo si continua in salita fino al Rifugio Incisa, che invece riposa nel mezzo di vasti pendii verdi e qualche conifera d’alta quota. Ma chiaramente qui l’highlight è la discesa, durante la quale è inevitabile godersi i panorami mozzafiato di cui prima, in salita, non si era goduto appieno.

Ed infine: il consiglio dell’hotel

Per quanto riguarda gli hotel nelle Dolomiti un po’ di esperienza ormai l’ho accumulata… e, devo dire, da nessuna parte mi sono trovato bene come allo Sporthotel Panorama di Corvara – e Jonas e Hanna sono d’accordo! Non solo può vantare una location pazzesca (da cui iniziano appunto molti dei miei MTB-tour preferiti), ma possiede anche un’area wellness di cui – fidatevi – avrete assolutamente bisogno, soprattutto dopo giornate di dura attività fisica come queste. E potrete perfino prenotare un massaggio sportivo! Poi… il proprietario Michael è un’ottima fonte di informazioni per quanto riguardano escursioni e attività in montagna – è sempre cordiale e di buon umore e potrete chiedergli la sua, qualora aveste delle curiosità! Ah, quasi dimenticavo: vi ho già parlato dell’incredibile cucina ladina? Dovreste provarla voi stessi per capire quanto è buona…
NOVITÀ: Regala un voucher!
NOVITÀ: il voucher regalo Sporthotel Panorama!
Quando acquisti un voucher regalo, ricevi un bonus aggiuntivo e hai altri vantaggi quando prenoti allo Sporthotel Panorama: